Bruciatura delle teglie in ferro blu
Blog

Guida Bruciatura delle teglie in ferro blu uso e manutenzione

1 comment

Guida Bruciatura delle teglie in ferro blu

La Guida della Bruciatura delle teglie in ferro blu per pizza e focaccia: come eseguirla e come pulire la tua teglia blu in perfetta condizioni

Se vi piacciono le mie ricette e guide se vi fa piacere, seguitemi anche nella mia  PAGINAFACEBOOKINSTAGRAM , per restare sempre aggiornati sulle mie ricette e sulle novità!

Bruciatura delle teglie in ferro blu
Bruciatura delle teglie in ferro blu

Come si esegue il trattamento di bruciatura per le teglie in ferro blu?

Questi prodotti, quando escono dall’officina del fabbro, sono ricoperti da un sottile strato di olio per evitare che l’aria e l’umidità formino la tanto temuta ruggine. Gli oli utilizzati come rivestimento sono però degli oli industriali, assolutamente non commestibili, e vanno dunque rimossi.

Bruciatura delle teglie in ferro blu: prima operazione

Perciò la prima operazione da eseguire sulla teglia appena comprata è passare uno scottex su tutta la superficie per togliere la maggior parte dello strato di olio. La parte che non siamo riusciti a togliere con la carta, la rimuoveremo servendoci del forno.

Inforniamo la teglia a 250 °C per circa 15-20 minuti. In questa fase è consigliabile tenere le finestre aperte, poiché l’olio industriale evaporerà e il suo odore non è proprio gradevole. A questo punto si lascia raffreddare la teglia.

Quando essa è tornata alla temperatura ambiente si versa una quantità minima di olio (preferibilmente di semi) su un tovagliolo e si unge tutta la superficie della teglia, sia internamente sia esternamente. È importante utilizzare poco olio: sulla teglia dovrà esserci una leggera patina, non un lago. È altresì importante che tutta la superficie venga raggiunta e non rimangano zone scoperte.

Bruciatura delle teglie in ferro blu: seconda operazione

Eseguito questo passaggio, si inforna nuovamente la teglia a 200 – 250 °C per altri 10-15 minuti. Al termine di questa fase si estrae la teglia dal forno e la si lascia raffreddare. A questo punto si ripete lo stesso passaggio per un’altra volta, cioè si unge la teglia con lo scottex (sempre facendo attenzione a utilizzare poco olio) e la si passa in forno per 10 – 15 minuti a 200 – 250 °C. Dopo aver eseguito questo trattamento, le teglie avranno una sottilissima patina di olio che le renderà antiaderenti.

Quando arriverà il momento di utilizzarle si può per sicurezza ungere leggermente la teglia prima si stendervi la pizza, ma non è indispensabile: se la bruciatura è stata eseguita correttamente, la teglia sarà antiaderente.

Bruciatura delle teglie in ferro blu: manutenzione

Dopo averla utilizzata non va assolutamente lavata con acqua e sapone, altrimenti si aprirebbe la strada alla formazione della ruggine. È consigliabile rimuovere eventuali residui solidi con una spatola di plastica e della carta. Se la teglia risulta pulita può essere riposta, magari passando una leggerissima mano di olio come protezione.

Se invece rimangono delle incrostazioni, queste andranno rimosse o grattate con forza. In quei punti potrebbe rimuoversi la patina di olio formatasi durante il processo di bruciatura. In tal caso sarà necessario eseguire di nuovo il trattamento: una mano leggera di olio e via in forno, come visto in precedenza.

Infine, una piccola nota a margine: alcuni preferiscono pulire le teglie passandovi una spugnetta bagnata. Questo può essere fatto se e solo se poi la teglia viene asciugata alla perfezione, senza lasciare tracce di acqua. Il modo migliore per far evaporare tutta l’acqua è mettere la teglia in forno alla massima temperatura per una ventina di minuti. Prima di riporla è sempre bene lasciare un leggero strato di olio come protezione.

Consigliamo da leggere Quale teglia per pizza devo scegliere

Articolo realizzato da Alberto Baldassarri

Prodotti consigliati da Amazon:

 

Tags